Milano, tenta suicidio sparandosi: sopravvive e viene denunciato
L'uomo, 50enne pregiudicato, voleva uccidersi nel box di casa. E' accusato di detenzione abusiva di armi

Tenta di farla finita sparandosi due colpi di pistola in testa, ma sopravvive e viene denunciato dai carabinieri di Rho (Milano) per detenzione abusiva di armi. E' successo a Cesate, nell'hinterland. L'uomo, 50enne pregiudicato e disoccupato, voleva uccidersi nel box di casa sua con una scacciacani modificata. Ma il primo colpo dritto in fronte non gli è riuscito, e nemmeno il secondo rivolto alla tempia: i piombini non sono penetrati così in profondità da ucciderlo. E l'aspirante suicida, soccorso dal 118, è stato ricoverato nell'ospedale di Monza, non in pericolo di vita. Nel garage i militari dell'Arma hanno sequestrato la scacciacani e diverse cartucce e piombini per armi ad aria compressa, denunciandolo a piede libero.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata