Milano, tensione davanti a Comune: scontri tra polizia e antagonisti

Milano, 22 mag. (LaPresse) - Momenti di tensione nel pomeriggio davanti a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, quando circa 150 antagonisti del collettivo Zam hanno raggiunto piazza della Sala. Ci sono stati spintoni, qualche manganellata da parte delle forze dell'ordine e sono volati alcuni fumogeni. I manifestanti avevano chiesto di entrare in Comune, ma sono stati respinti a manganellate da agenti in assetto antisommossa. Alcuni hanno lanciato fumogeni e insulti agli agenti e alla giunta Pisapia. I giovani, partiti in corteo da Porta Genova, protestavano contro lo sgombero della palazzina che avevano occupato il 29 gennaio 2011 in via Olgiati.

PISAPIA: VIOLENZA INACCETTABILE. "La giunta di Milano - ha commentato il sindaco - ha sempre dimostrato la sua volontà di dialogare con tutti e di favorire la risoluzione dei problemi nell'ambito della legalità. Per questo è inaccettabile qualsiasi prepotenza e violenza davanti alla sede del Comune, la casa di tutti i milanesi". "Oltretutto proprio in quel momento dentro il comune si stava svolgendo un incontro sul tema dell'acqua come bene comune - ha aggiunto Pisapia - a dimostrazione dell'impegno di Milano su temi fondamentali per una equa distribuzione delle risorse e per la buona politica".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata