Milano, si barrica in casa con la madre malata: arrestato 26enne
Dopo essersi lamentato per il cibo cucinato dalla donna, in preda all'ira ha inziato a spaccare mobili

Un 26enne italiano con precedenti è stato arrestato per sequestro di persona, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. Ieri pomeriggio il giovane si era barricato in casa, in via Sempione a Pero (Milano) da cui era stato allontanato a settembre 2015 su richiesta del tribunale per maltrattamenti in famiglia, chiudendosi dentro a chiave con la madre 60enne affetta da sclerosi multipla. In preda all'ira ha spaccato i mobili di casa. I carabinieri hanno liberato l'anziana arrampicandosi con la scala dei vigili del fuoco sino alla finestra del secondo piano.

Il giovane, con problemi psichiatrici, era stato già denunciato da minorenne per maltrattamenti. Da un anno e mezzo gli episodi di violenza nei confronti dei genitori si erano intensificati. E nonostante l'allontanamento dall'abitazione familiare dell'autunno 2015, di tanto in tanto tornava a casa dai parenti.

Ieri sera il 26enne si era recato dai genitori per cena e, lamentandosi per il cibo cucinato dalla madre, ha cominciato a rompere i mobili. Il padre non era in casa e la donna ha chiamato i carabinieri per paura che il figlio, di corporatura robusta, appassionato di culturismo, si accanisse anche contro di lei. Arrivati sul posto, i militari dell'Arma li hanno raggiunti al secondo piano del condominio e il giovane ha chiuso a chiave la casa, rifiutandosi di aprire. Una quarantina di minuti dopo il 26enne si è convinto a parlare con i carabinieri, restati per tutto il tempo al di là della porta d'ingresso, e ha fatto uscire la madre. Dopodiché il ragazzo si è richiuso in casa.

I carabinieri, sospettando che potesse compiere gesti autolesionistici, hanno accettato la collaborazione di due educatrici che conoscevano bene il giovane e del suo avvocato il cui studio legale è di fronte al condominio. I tre si sono recati sul posto è hanno cominciato a parlare con il 26enne per calmarlo. Nel frattempo i carabinieri hanno chiamato i vigili del fuoco e con una scala sono entrati nell'abitazione dalla finestra, arrestandolo.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata