Milano, sgominata crew di writers spacciatori nota in tutta Europa
Alcuni degli indagati nascondevano 12 chili di droga tra hashish e marijuana in casa

Nascondevano 12 chili di droga tra hashish e marijuana in casa alcuni dei 9 writers indagati dalla polizia locale di Milano. I writers, di età compresa tra i 20 e i 30 anni, da due anni erano indagati dal nucleo anti graffiti per atti vandalici, e due di loro sono stati arrestati per droga. Farebbero tutti parte della crew 'Wca', 'WeCanAll' ovvero 'noi possiamo tutto', una delle più famose in Europa nell'ambiente dei graffitari. Lo stupefacente era in parte già pronto per essere consumato o venduto in panetti, e in parte ancora in fase di coltivazione. Sono infatti state sequestrate anche delle serre artigianali con 27 piantine.

Le perquisizioni, disposte dal pubblico ministero Elio Ramondini, sono avvenute a Opera, Segrate e Reggio Emilia. Secondo quanto emerso dall'indagine i giovani avevano deciso di coltivare e spacciare per mantenersi, in quanto per vivere non gli bastava il ricavato dalla vendita di dvd e filmati che immortalano le loro gesta, ad esempio l'assalto dei treni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata