Milano, sciopero Trenord: la rabbia dei pendolari
"In 27 anni di pendolarismo ne ho viste di tutti i colori: viaggi al freddo, al caldo, ritardi. Non capisco perché se i lavoratori hanno problemi con la dirigenza dobbiamo pagare sulla nostra pelle". Sono le lamentele di una donna, nella stazione Cadorna di Milano, per i disagi al traffico ferroviario causati dallo sciopero indetto per venerdì 6 luglio da Trenord. Nelle stazioni di Milano la maggior parte dei treni è stata soppressa e i pochi che circolano sono pieni e in ritardo. I sindacati Orsa Ferrovie e Cub che hanno indetto lo sciopero hanno comunicato che la circolazione ferroviaria è sospesa dalle 9 alle 17. Previsti corse sostitutive per gli aeroporti di Linate e Malpensa.