Milano, Moric: "Quando ho dato a Belen della 'viado' mi riferivo a chirurgia plastica"
"Nell'uso comune spesso viado e trans vengono usati come sinonimi. Quando ho dato a Belen del viado intendevo dire che ha fatto abuso della chirurgia estetica. Era solo una critica, non un'ingiuria". Così la modella croata Nina Moric, ha spiegato davanti al giudice della decima sezione penale perché il 3 settembre del 2015 ai microfoni de 'La Zanzara' aveva definito la showgirl argentina, che l'ha denunciata per diffamazione, "una strega cattiva", "un viado" e ha detto che girava "nuda" per casa anche alla presenza del figlio della Moric e di Corona. Spiegazione che ha in parte ribadito ai giornalisti che l’hanno intervistata fuori dal Tribunale di Milano. "Lei ha giudicato il mio ruolo di madre, ma nessuno deve giudicare un'altra madre - ha proseguito -. Io non l'ho mai accusata di molestie sessuali, ma se mio figlio viene a casa e dice che Belen gira nuda non dice le bugie". La modella croata ha comunque detto che spera "in bene per tutte e due e non porto rancore nei suoi confronti", aggiungendo: "le auguro ogni bene e di passare una buona estate".