Milano, minaccia la moglie con acido e alcool: arrestato 34enne
E' successo alla fermata San Babila: la donna terrorizzata si è rivolta in lacrime agli addetti Atm

Ha raggiunto la moglie sul posto di lavoro minacciandola con un martello, una bottiglietta di acido e una di alcool. È successo ieri sera a Milano e l'uomo, 34enne italiano, è stato arrestato dalla polizia di Stato per maltrattamenti in famiglia alla fermata metropolitana di San Babila. La donna terrorizzata, 32enne italiana, si era rivolta in lacrime agli addetti Atm del gabbiotto vicino ai tornelli. I primi a soccorrerla sono stati gli agenti della Polmetro.

I due sono sposati da 12 anni, nel 2013 si erano trasferiti dal Sud Italia a Milano e hanno due figli, di 8 e 12 anni. Lei, addetta alle pulizie in zona Bande Nere, da qualche tempo si era trasferita con i bambini a casa di un'amica: i litigi col marito erano quotidiani, e temeva che potesse succederle qualcosa di brutto. Aveva trovato rifugio anche alla parrocchia di San Luigi Gonzaga, dove negli scorsi anni era stata ospitata con la famiglia quando il coniuge aveva perso il lavoro.

Ieri sera quando il marito l'ha raggiunta sul posto di lavoro con fare minaccioso lei ha cercato di calmarlo, e insieme sono andati a prendere la metropolitana per tornare a casa dai figli. Ma nel tragitto lui prima la palpeggia con insistenza, poi l'aggredisce. La donna vede che ha con sé dell'acido e cerca di far di tutto per divincolarsi dall'uomo, che con sé ha anche un martello e dell'alcol. L'incubo finisce alla fermata San Babila: la polizia interviene, lui viene arrestato e la donna portata in pronto soccorso dove è stata dimessa con 10 giorni di prognosi. Il marito, in manette per maltrattamenti, è anche indagato per molestie sessuali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata