Milano, manifestazione Fi contro Pisapia: Solo tasse

Milano, 22 giu. (LaPresse) - Presidio anti Pisapia dei movimentisti di Forza Italia in Piazza San Carlo, stamattina a Milano. "Le centinaia di firme per le dimissioni del Sindaco raccolte in poche ore - dichiara Silvia Sardone, leader dei Movimentisti e membro della segreteria regionale di Forza Italia Lombardia - dimostrano che i milanesi sono stanchi di dover subire la (non) azione di un'amministrazione che sarà ricordata esclusivamente per il pesante aumento di tasse e tariffe. Abbiamo ricordato ai cittadini che non possiamo stare in silenzio di fronte al pesante regalo del sindaco e della sua maggioranza: tasse raddoppiate in questi anni! Un'autentica vergogna che dimostra che il vento effettivamente è cambiato: piovono tasse e aumenti. I 3 anni di Pisapia lasciano un'eredità che fa male al portafoglio dei milanesi: la bocciatura per il sindaco è ovvia e doverosa".

"Sbaglia la sinistra a pensare che i risultati in città alle Europee siano dovuti all'azione del sindaco, l'effetto Pisapia è piuttosto un peso che affonderà Pd e compagni alle prossime comunali. Abbiamo inoltre evidenziato che sempre più spesso le priorità di questa giunta sembrano riguardare esclusivamente gli immigrati, i fratelli rom e i centri sociali mentre i milanesi vengono abbandonati a insicurezza, degrado e illegalità. Ci sono interi quartieri dove i cittadini incominciano a ribellarsi, con manifestazioni e presidi, alla sensazione di essere stranieri in casa propria. La periferia a Milano è stata completamente abbandonata e molte zone sembrano dei ghetti dove persino le forze dell'ordine fanno fatica a entrare.

Dobbiamo continuare a segnalare le mancanze di Pisapia e della maggioranza, Milano non merita altri due anni di pessima amministrazione", ha aggiunto Sardone.

"L'azione di Forza Italia - continua Sardone - deve concentrarsi sullo smascherare l'inadeguatezza e incompetenza di questa giunta, ascoltare i problemi sollevati dai cittadini e fare opposizione durissima a una sinistra incapace di rispondere alle reali esigenze dei milanesi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata