Milano, la protesta dei dipendenti Euronics: "Vogliamo un piano di rilancio serio"

La società è a rischio fallimento. Lunedì 13 verrà deciso se andrà in amministrazione straordinaria

(LaPresse) Sono circa duecentocinquanta i lavoratori del gruppo Euronics-Galimberti il cui futuro è in bilico vista l’attuale situazione della società a rischio fallimento. Alcuni dipendenti si sono trovati giovedì mattina davanti al tribunale di Milano in attesa di capire se la società verrà messa in amministrazione straordinaria. La decisione è stata rinviata a lunedì 13. "Noi vogliamo lavorare non chiediamo di poter stare a casa con gli ammortizzatori sociali, ma vogliamo un piano di rilancio serio", dichiara Gianandrea Uggetti, RSA del negozio di corso Buenos Aires a Milano che poi aggiunge: "Speriamo che ci siano imprenditori interessati a rilevare l'azienda o che alla peggio vengano istituiti dei corsi di formazione, soprattutto per i miei colleghi più anziani che avranno ancora difficoltà a trovare lavoro".