Milano, infilano droga in borsa ragazzini: in manette 2 trafficanti

Milano, 10 mar. (LaPresse) - Infilavano la droga nelle borse di ignari passeggeri per passare la frontiera. Sono finiti in manette a Milano due equadoriani, un 33enne e un 37enne, con l'accusa di traffico internazionale di droga. Tutto è iniziato lo scorso agosto quando un cittadino ecuadoriano si presentò al commissariato di via Quintiliano per denunciare il fatto che i due figli, di 12 e 14 anni, erano stati fermati dalla polizia spagnola a Madrid con un chilo di cocaina nei bagagli. Scattata l'indagine, la polizia ha scoperto un gruppo che veicolava la droga tramite ignari corrieri di droga da Machala in Ecuador all'Italia tramite la frontiera spagnola: con circa un'importazione a trimestre, i trafficanti gestivano il commercio della cocaina il cui prezzo al chilo in patria era di 6mila dollari e fruttava, sul territorio italiano, quasi 40mila euro.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata