Milano, furti di farmaci per vendita su mercato illecito: 17 denunce

L'indagine, partita nel 2019, ha fatto emergere un danno economico da 500mila euro

(LaPresse) Diciassette persone, dipendenti di un grosso distributore farmaceutico della provincia milanese, sono state denunciate a piede libero per furto aggravato dai Nas di Milano. I militari hanno eseguito altrettanti decreti di perquisizione locale e domiciliare, emessi dalla procura del capoluogo lombardo e disposti dal procuratore aggiunto Laura Pedio e dal sostituto procuratore Francesca Crupi. Le indagini, nei confronti dei 17 "dipendenti infedeli" sono state avviate a novembre 2019 a seguito della denuncia presentata dai responsabili del deposito che avevano riscontrato "grossi ammanchi" di presidi farmaceutici dovuti ad attività predatorie poste in essere da alcuni dipendenti non meglio individuati. Gli ammanchi documentati dalla società erano stati stimati in oltre 3mila confezioni di varie tipologie di medicinali, tra le quali spiccavano quelle a effetto anabolizzante e farmaci ad alto costo. Il danno economico emerso era stato quantificato in oltre 500mila euro. L'operazione è stata condotta con il supporto dei Nas di Alessandria, Torino e Cremona, nelle province di Milano, Monza Brianza e Varese.