Milano, ex dipendente lancia molotov dentro un locale kebab
È successo a Milano verso le 21 di ieri sera in zona viale Farini, l'uomo è stato arrestato

L'ex dipendente di un fast food kebab ha lanciato una molotov artigianale dentro al locale di ristorazione in cui lavorava, prima di essere licenziato, fino a pochi giorni fa. È successo a Milano verso le 21 di ieri sera in zona viale Farini. A quell'ora il locale kebab era particolarmente affollato per la cena dei fedeli di religione musulmana che dal 6 giugno al 5 luglio di quest'anno osservano il Ramadan: i clienti, spaventati, sono scappati, e nessuno è rimasto ferito. L'autore del gesto, egiziano di 30 anni, è stato arrestato per tentato incendio aggravato.

Sono due le bottiglie che ha lanciato dentro al fast food: una priva di contenuto, l'altra incendiaria. Da quest'ultima sono divampate le fiamme, spente in breve tempo e senza particolari danni alla struttura dai dipendenti. Sul posto sono interventi i carabinieri della pattuglia Duomo che, raccolte le testimonianze, hanno identificano il colpevole. L'uomo, finito in manette in pizza Argentina verso le 22, avrebbe compiuto il gesto per degli screzi con l'ex titolare da cui era stato licenziato.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata