Milano, busta con proiettili a pm Boccassini

Milano, 23 mag. (LaPresse) - "Nelle ultime settimane sono pervenute, in crescendo, numerose lettere anonime di minacce nei confronti del Procuratore Aggiunto Boccassini, e da ultimo ieri una lettera contenete due proiettili". Lo ha scritto il procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati in una nota. "La Procura della Repubblica di Milano, con tutti i suoi magistrati - prosegue Bruti Liberati - adempie e continuerà ad adempiere con immutata serenità al compiere di svolgere indagini e sostenere l'accusa in dibattimento nel più rigoroso rispetto delle regole e delle garanzie processuali, fedele al principio costituzionale dell'eguaglianza di tutti davanti alla legge".

Il procuratore Edmondo Bruti Liberati ha spiegato che alcune decine di lettere di minacce, scritte a mano da diverse persone, indirizzate al procuratore aggiunto Ilda Boccassini sono arrivate in Procura nelle ultime settimane. Le missive contengono insulti e pesanti minacce di morte e si sono intensificate dopo che il pm, nel corso della sua requisitoria per il caso Ruby, ha chiesto una condanna a 6 anni per concussione e prostituzione minorile per l'ex premier. Le lettere sono arrivate direttamente sul tavolo del procuratore aggiunto Boccassini. Dei messaggi minatori, tra cui quello di ieri che conteneva de proiettili, è stata informata la squadra mobile di Milano. Delle indagini, invece, si occuperà la procura di Brescia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata