Milano, brucia deposito rifiuti: quartieri a nord invasi dal fumo
Il rogo attivo da ieri sera. Le autorità: "Tenete chiuse le finestre"

Prosegue "lenta e controllata" la combustione di un deposito per lo stoccaggio dei rifiuti in via Senigallia, in zona Bruzzano a Milano, andato a fuoco attorno alle 20 di ieri per cause ancora sconosciute. In tutta l'area a nord della città si percepisce un odore forte e acre e le autorità hanno invitato a tenere le finestre chiuse in attesa degli esiti delle analisi dell'aria. "Stiamo controllando le fiamme da circa 12 ore, bruciano una ventina di quintali di plastica: si tratta di materiale non pericoloso e dal punto di vista degli inquinanti non ci sono preoccupazioni", ha spiegato il responsabile del nucleo Nbcr (nucleare-biologico-chimico-radiologico) dei Vigili del Fuoco, Edoardo Cavalieri D'Oro.

A rendere più difficile lo spegnimento del rogo è stato il collasso di parte della struttura. In attesa delle verifiche di Arpa e Ats, l'assessore Marco Granelli ha consigliato di "tenere le finestre chiuse e limitare a stretto indispensabile la permanenza in esterno nelle vicinanze fino a completo spegnimento". A essere interessati dal fumo e dal cattivo odore prodotto sono i quartieri di Affori, Dergano, Bovisa e Maciachini.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata