Milano, autista bus incendiato voleva fare strage su pista Linate

Milano, 11 giu. (LaPresse) - Dalle indagini dei carabinieri del Ros di Milano, coordinate dai pm Alberto Nobili e Luca Poniz, è emerso con chiarezza il progetto di Ousseynou Sy, l'autista 46enne di origine senegalese che il 20 marzo ha tenuto in ostaggio 50 bambini, due insegnanti e una bidella a bordo del mezzo di cui era alla guida prima di essere bloccato a San Donato Milanese. L'obiettivo dell'uomo, a quanto hanno ricostruito le indagini, era quello di portare il bus sulla pista di Linate e incendiarlo, provocando una strage. Da imputazione l'uomo aveva "l'intento di condizionare i pubblici poteri in relazione alle politiche in materia di accoglimento degli stranieri, di intimidire la popolazione".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata