Milano, asilo degli orrori: genitori sporgono querela contro gestori
Nella struttura BabyWorld botte, insulti, spintoni e parolacce erano all'ordine del giorno

I genitori di almeno 9 bambini iscritti all'asilo del franchising 'BayWorld' di viale Sarca a Milano, sequestrato dopo che i carabinieri hanno documentato violenze e maltrattamenti ai danni degli allievi, hanno sporto querela nei confronti della coordinatrice Milena Ceres, 34 anni, e del titolare, il compagno Enrico Luigi Piroddi, 35 anni. I due, arrestati lo scorso 27 luglio, sono stati responsabili di una serie di maltrattamenti ai danni dei piccoli ospiti della struttura.

LEGGI ANCHE Milano, orrore asilo: bimbi legati con cinghie, due arresti

Botte, insulti, spintoni e parolacce erano all'ordine del giorno. L'episodio più grave è stato un morso che la donna ha dato sul collo a un bimbo di due anni, 'colpevole' di non averle ubbidito prontamente. Il gip Stefania Pepe l'ha messa ai domiciliari nella sua casa di Monza, mentre per il compagno ha disposto la misura restrittiva dell'interdizione all'esercizio dell'attività per 12 mesi.

Le indagini, coordinate dal pm Gianfranco Gallo, sono ancora in corso e i carabinieri stanno sentendo i genitori dei bambini dell'asilo, che in molti casi non si erano accorti della situazione in atto. Sia il Comune di Milano, che da qualche mese aveva riconosciuto la struttura, che la BabyWorld - un franchising che ha asili aperti in mezza Italia - sono intenzionati a costituirsi parte civile nel procedimento che verrà aperto a carico della coppia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata