Milano, aggredisce passanti col piccone: un morto

Milano, 11 mag. (LaPresse) - E' sceso in strada con un piccone e ha iniziato a rincorrere i passanti, aggredendoli. Un uomo di 40 anni, colpito alla testa, è morto poco dopo il ricovero mentre un ragazzo di 21 anni versa in pericolo di vita e un altro uomo, un pensionato di 64 anni, è entrato in coma. E' successo a Milano stamane, poco dopo le sei. E' stata un'ora di terrore quella che ha colpito stamane la zona Niguarda di Milano. Erano le 5.45, quando Mada Kabobo, 21enne ghanese con diversi precedenti penali alle spalle, è sceso in strada con un piccone, rincorrendo i passanti e colpendoli a caso.

Il primo a subire l'aggressione è stato Andrea Canfora, un 24enne che rientrava dal turno di lavoro al supermercato. Ferito al braccio, è stato medicato al Niguarda e poi dimesso.

Alle 6.15 circa è toccato a Francesco Niro, un operaio ferito alla testa, fortunatamente non in maniera grave. Medicato al Niguarda, anche lui è stato dimesso.

Poco dopo Kabobo ha concentrato le sue attenzioni su un imbianchino di 56 anni, Antonio Morisco, che è riuscito a chiudersi dietro il portone di casa in via Monte Grivola, scongiurando il peggio.

Allora l'aggressore ha rivolto la sua attenzione su Ermanno Masini, un pensionato di 64 anni, colpendolo alla testa e ferendolo in maniera molto grave. Secondo le prime ricostruzioni l'anziano, che vive solo, era a spasso col cane. L'uomo è stato ricoverato al Niguarda e in serata è entrato in coma.

Poi si è accanito su Alessandro Carolè, un 40enne disoccupato, che viveva con la madre anziana. Erano le 6.25. Lo ha colpito con quattro colpi alla testa e poi, quando era già a terra, lo ha colpito all'addome. Ricoverato al Santa Rita, il 40enne è spirato dopo due ore.

L'ultima aggressione è stata ai danni di Daniele Carella, 21 anni. Il giovane, che lavora col padre alla consegua dei giornali alle edicole, è stato ricoverato in fin di vita al Niguarda, con ferite multiple alla nuca, alle spalle e al fianco. E' stato operato due volte. La prognosi rimane riservata. Ora si trova in neuro rianimazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata