Milano, agenti spartiscono coi Rom bottino furti: Soldi o vi togliamo figli

Milano, 17 dic. (LaPresse) - Invece di arrestare una banda di Rom che derubava i passeggeri dei treni, chiedevano soldi per non denunciarli e per "non portare via i figli". Il gip di Milano Giuseppe Vanore ha firmato un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due agenti del dipartimento crimini diffusi della squadra mobile di Milano, che pur avendo identificato una ventina di persone, tutte di origine Rom, che derubavano i passeggeri, hanno preferito - questa è l'accusa - accordarsi con loro ed estorcere denaro in cambio del loro silenzio. Diversi episodi, avvenuti dall'ottobre 2014 fino a tempi recentissimi, sono stati filmati dalle telecamere di sorveglianza della stazione. I due agenti, da questa mattina ai domiciliari, sono accusati di concussione e falso in atti d'ufficio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata