Migranti, si butta in mare dalla nave quarantena 'Moby Zaza': morto

Milano, 20 mag. (LaPresse) - E' stato recuperato dall'elicottero della Capitaneria di porto di Palermo il corpo senza vita del tunisino che, nella notte, si è gettato in mare al largo di Porto Empedocle (Agrigento) dalla nave quarantena 'Moby Zaza'. Per l'uomo, secondo le prime ricostruzioni di nazionalità tunisina, non c'è stato niente da fare. Il cadavere è stato ritrovato a pochi metri dalla battigia, a dieci miglia dall'imbarcazione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata