Migranti, Papa: Nuovi martiri, torturati in commissariati e carceri

Città del Vaticano, 21 dic. (LaPresse) - "Quanti immigrati - costretti a lasciare la patria e a rischiare la vita - incontrano la morte, o quanti sopravvivono ma trovano le porte chiuse e i loro fratelli in umanità impegnati nelle conquiste politiche e di potere. Quanta paura e pregiudizio! Quante persone e quanti bambini muoiono ogni giorno per mancanza di acqua, di cibo e di medicine! Quanta povertà e miseria! Quanta violenza contro i deboli e contro le donne! Quanti scenari di guerre dichiarate e non dichiarate! Quanto sangue innocente viene versato ogni giorno! Quanta disumanità e brutalità ci circondano da ogni parte! Quante persone vengono sistematicamente torturate ancora oggi nelle stazioni di polizia, nelle carceri e nei campi dei profughi in diverse parti del mondo". Lo dice Papa Francesco ricevendo in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, i cardinali e i superiori della Curia Romana per gli auguri natalizi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata