Migranti, naufragio gommone a largo Libia: 6 morti, 114 in salvo
L'intervento della guardia costiera dopo l'allarme di una petroliera

Sono stati recuperati sei cadaveri da Aquarius, la nave della Ong Sos Mediterranee, coinvolta nelle operazioni de soccorso di un gommone naufragato ieri a circa 30 miglia dalle coste libiche. Secondo quanto si legge sul profilo Twitter dell'organizzazione, altri 114 migranti sono stati tratti in salvo.

 

 

Si temono dispersi. Sul posto è intervenuta la guardia costiera dopo l'allarme di una petroliera che ha preso a bordo quindici sopravvissuti. Le persone soccorse sono state trasbordate sulla nave Diciotti, che arriverà in serata a Catania.

Secondo quanto riportato dall'ong all'arrivo sul ponte molte persone erano traumatizzate, coperte di benzina e piangevano. Hanno manifestato grande riconoscenza per essere stati salvati. Cinque persone sono state trovate morte a bordo del gommone. I loro corpi sono stati recuperati e sono adesso a bordo della Aquarius. Una persona è annegata in mare ma non è stato possibile recuperare il suo corpo. Dopo aver risposto ad una chiamata la Aquarius, si e' immediatamente diretta a tutta velocita' verso la posizione dove si trovava il gommone in difficoltà. "Siamo arrivati alle 2 del pomeriggio - racconta Mathias Menge, coordinatore della squadra di Ricerca e Soccorso dei Sos Mediterranee - e subito abbiamo iniziato a distribuire i giubbotti di salvataggio e altri dispositivi di galleggiamento.

Piu' tardi i sopravvissuti ci hanno detto che il loro gommone era partito dalla Libia alle 2 del mattino e dopo due ore dalla partenza aveva iniziato a imbarcare acqua. Quando la Aquarius e' arrivata, la loro imbarcazione stava cominciando a sgonfiarsi.
Abbiamo fatto tutto il possibile, ma purtroppo sei persone hanno perso la vita in questa tragedia".

All'arrivo della Aquarius i passeggeri dell'imbarcazione hanno cominciato a saltare in acqua, molti di loro gridavano ed erano chiaramente traumatizzati. Un uomo è riuscito a nuotare fino alla Aquarius senza l'ausilio di un giubbotto di salvataggio. C'erano 24 minori, tra cui tre bambini sotto i 5 anni, e 8 donne a bordo. In riposta alla situazione, è stato avviato il piano per la gestione di un afflusso massiccio di pazienti.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata