Migranti minorenni costrette a prostituirsi. "Ventimiglia frontiera dell'orrore"
È allarme sulle migranti minorenni costrette a prostituirsi per arrivare sulle coste italiane. A segnalarlo è Save the Children, secondo cui il fenomeno riguarda soprattutto le minori provenienti dal Corno d'Africa e dai Paesi subsahariani che si vendono anche per reperire cibo o un alloggio. "Sono tutte giovanissime - dice l'ong -, spesso appartenenti al flusso dei minori non accompagnati". La lente di ingrandimento è puntata su Ventimiglia dove l’associazione ha riscontrato gli episodi di quello che viene chiamato, appunto, "survival sex".