Migranti, estradato e arrestato boss del traffico di essere umani
Ha gestito il viaggio di migliaia di persone verso le coste italiane

Il boss della tratta dei migranti Mered Yehdego Medhane, 35 anni, è stato estradato in Italia e arrestato. L'uomo è ritenuto uno dei principali trafficanti di migranti della rotta libica-subsahariana. Un elemento al vertice del network criminale transnazionale: ha diretto non solo le attività nel continente africano, ma ha anche mantenuto aggiornati i fiancheggiatori ch e operavano in Italia sugli arrivi. Le indagini, infatti, attestano il coordinamento da lui eseguito personalmente con i trafficanti responsabili della 'rotta terrestre' africana e i contatti con i complici operanti in Europa, in particolare nei Paesi Bassi e in Scandinavia. Nonché sono emersi gli ingenti profitti derivanti dalla sua attività criminale e il disprezzo per la vita umana dei migranti. Ha gestito il viaggio di migliaia di persone verso le coste italiane.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata