Migranti, Austria all'Italia: Basta trasferimenti da Lampedusa
Kurz ad Alfano: "Stop agli ingressi nel continente"

Continua lo scontro tra Austria e Italia sul tema dei flussi migratori. "Ci aspettiamo che sia messa fine al traghettamento dei migranti illegali dalle isole italiane, come Lampedusa, al continente", ha dichiarato il ministro degli Esteri austriaco, Sebastian Kurz, rivolgendosi all'omologo Angelino Alfano, che ha incontrato a Vienna, secondo quanto ha riferito Kronen Zeitung. "Quando le persone sono portate velocemente sulla terraferma dalle isole e poi si dirigono a nord, non solo la sfida in Europa centrale diventa maggiore, ma il risultato è che più e più persone si mettono sulla stessa strada", ha aggiunto Kurz.

Questi ha inoltre sottolineato la necessità che le autorità austriache si preparino a chiudere il confine al valico del Brennero, se necessario. Al momento, ha detto l'austriaco, la collaborazione con le autorità italiane sta funzionando, ma "se l'Italia deciderà di mandare altre persone verso nord, allora proteggeremo i nostri confini".

E proprio sulla questione della chiusura della frontiera, giorni fa si era espressa in maniera critica la presidente della Camera Laura Boldrini.  "Ho già sentito questa minaccia e ho già visto che non ne è seguito nulla. La politica non deve portarsi avanti con le minacce. Non si risolve il problema con le minacce o con i fucili o i militari. Risolvere il problema così quantomeno è miope. Queste misure aumentano solo la paura e il conflitto e non risolvono nulla".

Il ministro dell'Interno Marco Minniti si era detto inoltre "perplesso nel vedere molti apprendisti stregoni che maneggiano lo strumento della paura con una certa disinvoltura". Per Minniti, "l'accoglienza ha un limite", ma "evocare la paura - dice - significa fare un cattivo servizio alla nostra democrazia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata