Meteo, tempo instabile: torna il fresco fino ai primi di luglio

Roma, 25 giu. (LaPresse) - Il caldo e l'afa sembrano, per ora, solo un ricordo. Per tutta la settimana ci attendono giornate in generale instabili e anche piuttosto fresche per il periodo, specie a partire da giovedì quando nel Mediterraneo occidentale si formerà un vortice di bassa pressione. Il nostro Paese rimarrà sempre ai margine dell'anticiclone delle Azzorre il quale, nella sua faticosa avanzata sul Mediterraneo, tornerà ad estendersi verso il nostro Paese solo nei primi giorni di luglio quando il tempo tornerà ad essere più soleggiato, a parte un po' di instabilità al Nord, e anche più caldo. L'impulso di giovedì porterà instabilità e calo delle temperature prima al Nord e poi al Centrosud. Sono le previsioni del centro Epson meteo per i prossimi giorni.

Oggi nuvolosità in aumento nel pomeriggio sulle zone montuose con lo sviluppo di rovesci e temporali su Appennino centrale, Alpi e Prealpi lombarde e orientali e Friuli Venezia Giulia, in estensione verso sera alle zone di pianura di Est Lombardia e Veneto, di notte anche in Emilia. Giornata più soleggiata nel resto dell'Italia, ma con delle nubi lungo il medio e basso Adriatico e nelle zone interne del Centro.

Temperature massime in rialzo al Nordest, Toscana, Lazio e Sardegna, in calo sulle regioni del medio-basso versante adriatico e all'estremo Sud; valori in generale compresi 25 e 30 gradi. Venti anche moderati di Maestrale al Centrosud.

Mercoledì Si accentua l'instabilità, che sin dal mattino interesserà l'Emilia Romagna e il Nord delle Marche e si estenderà poi anche alla Campania e all'Appennino Lucano. Al Nord il rischio temporali insisterà ancora sul Triveneto, migliora a Nordovest. Temperature ancora lievemente al di sotto delle medie di stagione.

LA TENDENZA PER LA SETTIMANA. Dopo il passaggio della perturbazione numero 3 di giugno, fino alla fine del mese rimarremo ai margini dell'Anticiclone delle Azzorre: questo Anticiclone non sarà in grado di spingersi oltre la Spagna, esponendo di conseguenza le nostre regioni a un po' di instabilità accompagnata da un clima sicuramente gradevole con temperature e tassi di umidità relativamente contenuti.

Tutta la settimana sarà dunque caratterizzata da estrema variabilità e fasi instabili in cui le piogge e i rovesci potrebbero essere anche forti ma comunque alternati a vari momenti di sole e temperature in generale comprese tra 24 e 30 gradi. Non dovremo, dunque, più sopportare il fastidio di caldo eccessivo ed afa, bensì solo un po' di instabilità: in molte regioni il tempo risulterà comunque tutto sommato buono.

L'instabilità mercoledì riguarderà le zone interne del Centrosud, giovedì le Alpi, il Nordovest e l'Appennino centrale, venerdì il Centro e la Sardegna, sabato il Centrosud e domenica l'estremo Sud. Seguiranno maggiori aggiornamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata