Meteo, temperature in calo ma clima mite, Pasqua in prevalenza nuvolosa

Roma, 1 apr. (LaPresse) - Nella parte centrale della settimana, tra oggi e venerdì l'alta pressione occuperà ancora il Mediterraneo occidentale e proteggerà l'Italia, garantendo così giornate in prevalenza belle e soleggiate in quasi tutte le nostre regioni. Sono le previsioni dei meteorologi del Centro Epson Meteo. I venti freschi che scorreranno ai margini dell'alta pressione però già oggi causeranno una flessione delle temperature e quindi un'attenuazione del caldo fuori stagione: le giornate rimarranno comunque piacevoli, ma con temperature più vicine a quelle normali per questo periodo.

Durante il fine settimana di Pasqua l'atmosfera sull'Italia invece mostrerà una maggiore variabilità sia in termini di nuvole e di qualche fenomeno: in molte zone quindi i momenti soleggiati si alterneranno ad altri più nuvolosi e le giornate saranno in generale più fresche.

-Previsioni per oggi. Al mattino cielo in prevalenza sereno o poco nuvoloso, con appena qualche nuvola innocua in più su Alpi orientali, Campania e Calabria tirrenica. Nel pomeriggio alternanza tra sole e nuvole su Alto Adige, basso Lazio, Appennino Abruzzese e Molisano, Campania e Calabria tirrenica; bello e soleggiato altrove.

Temperature massime in calo, anche sensibile al Nord, nelle regioni del medio Adriatico e in Sardegna, quasi invariate al Sud, e comunque in generale comprese tra 15 e 20 gradi, con qualche punta superiore a 20 gradi nelle regioni tirreniche e in Sicilia. Previsti 13 gradi per Aosta, 14 gradi per Bolzano, 15 gradi per Trento, 16 gradi per Piacenza, Udine, Venezia, Ancona, 17 gradi per Imperia, Novara,Rimini, Treviso, Trieste, Verona, Campobasso, Potenza,Alghero, 18 gradi per Bergamo, Brescia, Genova, Milano, Torino, Pescara, Pisa, Catanzaro, Lamezia, Trapani, 19 gradi per Cuneo, Bologna, Grosseto, Bari, Brindisi, Napoli, Reggio Calabria, Lecce, Messina, Palermo, Cagliari, Sassari, 20 gradi per Viterbo, 21 gradi per Firenze, L'Aquila, Perugia, Crotone, 22 gradi per Rieti, Roma, Olbia e 24 gradi per Catania.

Venti nord-occidentali si faranno ancora sentire un po' su tutta l'Italia, forti o molto forti nelle Alpi e nelle vallate alpine, in Sardegna e nel canale di Sicilia, localmente anche burrascosi su mari e canali di Sardegna con raffiche intorno a 100 km/h. Foehn al Nordovest con raffiche anche superiori a 70-80 km/h ma con qualche forte raffica localmente fino in pianura. Mari generalmente molto mossi, fino ad agitati i mari di Ponente, molto agitato il mare di Sardegna.

Previsioni per domani. Giovedì tempo in prevalenza soleggiato in tutto il Paese. Fanno eccezione le zone alpine di confine dove il cielo sarà in prevalenza nuvoloso e con possibili deboli nevicate nel nord dell'Alto Adige, oltre 1000-1300 metri. Nubi alte di passaggio su Prealpi e pianure del Nord. Annuvolamenti irregolari e sparsi su bassa Campania, Calabria, Sicilia e centro-ovest della Sardegna. Temperature minime in generale diminuzione, massime in diminuzione al Sud e sulla Sicilia, stazionarie altrove con valori vicini alla media del periodo. Venti ancora forti di Maestrale su Sardegna e Canale di Sicilia. Foehn sulle Alpi, da moderati a forti nelle vallate, con qualche locale episodio fino in pianura al Nordovest. Venti moderati occidentali sull'Appennino.

Tendenza per il resto della settimana e le festività pasquali. Venerdì cielo gradualmente più nuvoloso al Nord, a iniziare dal settore alpino centrale dove verso sera sarà possibile qualche isolato fenomeno, nevoso fino a quote alte, almeno oltre i 1600-1700 metri .Tempo buono al Centrosud con qualche annuvolamento in più ma sempre alternato al sole, nelle zone appenniniche e nelle Isole.

Sabato giornata in generale più nuvolosa al Nord, su gran parte del Centro e sul basso Tirreno. Qualche schiarita più significativa e ampia resisterà soprattutto sul basso Adriatico. Il rischio di isolati e brevi fenomeni sarà confinato ad Alpi centro-orientali, Emilia Romagna, Marche e settore tirrenico (soprattutto nelle zone interne tra Toscana, Umbria, Lazio e Campania). Temperature massime in calo nelle aree più nuvolose e ventilato in gran parte del Centrosud.

Al momento, la tendenza per le festività pasquali è ancora caratterizzata da un ampio margine di incertezza. I dettagli della previsione sono ancora da definire meglio; in linea di massima la giornata di Pasqua potrebbe essere in prevalenza nuvolosa sull'estremo Nordovest, gran parte della Penisola e settore intorno al Tirreno con temporanee fasi di precipitazioni possibili soltanto su Piemonte, medio e basso Adriatico e medio e basso Tirreno; sarà ventoso in gran parte d'Italia. Per Pasquetta sembrano buone le probabilità per un ritorno del sole in gran parte del Centronord e della Sardegna mentre la coda della perturbazione dovrebbe interessare, con una nuvolosità irregolare, variabile e qualche residuo fenomeno il sud peninsulare e il nord della Sicilia. Per avere dettagli più precisi bisognerà seguire giorno per giorno i nostri aggiornamenti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata