Meteo, Natale stabile, da domani arriva l'inverno

Roma, 25 dic. (LaPresse) - E' un Natale in compagnia dell'alta pressione, che però proprio oggi comincerà a dare i primi segni di cedimento: la giornata sarà piuttosto nuvolosa, ma in generale senza piogge, con temperature ancora al di sopra delle medie stagionali. Lo affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo. Brusca virata verso un tempo più invernale nella giornata di Santo Stefano, quando sulla penisola faranno irruzione correnti artiche: le temperature caleranno di diversi gradi soprattutto al Centro-Sud, con venti gelidi che accentueranno la sensazione del freddo, mentre piogge sparse, per lo più deboli o moderate, bagneranno alcune regioni del Centro-Sud, accompagnate da nevicate fino a quote collinari sull'Appennino. Poi nel fine settimana giungeranno umide e più miti correnti atlantiche, che però proprio sul nostro Paese si scontreranno con l'aria gelida di origine artica: è quindi probabile, tra sabato 27 e domenica 28, la comparsa della prima neve in pianura al Nord (modalità e tempistiche dell'evento rimangono però ancora incerte), mentre la pioggia, a tratti intensa, bagnerà gran parte del Centro-Sud.

Oggi prevalenza di tempo bello in Piemonte, zone alpine, ponente Ligure, regioni centrali adriatiche, Puglia e Basilicata. Nuvoloso o molto nuvoloso invece in tutto il resto del Paese, ma con qualche pioviggine solo tra levante ligure e Toscana. Al mattino qualche nebbia in dissolvimento sulla Valpadana centrale. Nella notte piogge isolate sulle coste dell'alto Adriatico e tra basso Lazio e Campania, deboli nevicate fino a quote collinari sulle Alpi Orientali, al di sopra di 1000-1200. Temperature in generale nella norma o di poco al di sopra. Moderati venti di maestrale sulle isole maggiori.

Domani al Nord e nelle regioni centrali tirreniche tempo buono salvo locali annuvolamenti nelle Alpi orientali sull'Emilia. Il fronte freddo scivolerà rapidamente lungo l'Adriatico e raggiungerà il Sud: in mattinata precipitazioni tra Romagna, Marche, Abruzzo in estensione a metà giornata a Molise e Puglia garganica. Saranno anche possibili locali rovesci soprattutto sulle Marche. Neve con quota in calo: limite nevicate intorno ai 600 metri tra Romagna e nord Marche, tra 800 e 1000 sul sud delle Marche e in Abruzzo. In Molise quota neve in calo sotto i 1000 metri dal pomeriggio. Qualche goccia di pioggia possibile tra bassa Campania e Calabria tirrenica. Nel pomeriggio tendenza ad attenuazione delle precipitazioni su Marche e Abruzzo. Tra pomeriggio e sera rapido peggioramento al Sud con precipitazioni soprattutto su Puglia, Calabria tirrenica, Basilicata e nord della Sicilia. Possibili locali rovesci in queste zone. Limite delle nevicate in calo sull'Appennino meridionale intorno a 1000-1200 metri. Nella notte tendenza a un generale miglioramento. Venti moderati o localmente forti su settore medio adriatico e Sardegna, Canale di Sicilia 60-70 km/h. Mari mossi o molto mossi. Venti di Foehn nelle vallate alpine e localmente nelle pianure del Nordovest, dove le temperature saranno in temporaneo rialzo. Valori in calo nel resto del Centro-Nord e solo a fine giornata anche al Sud.

Sarà un fine settimana estremamente variabile: si prospetta una situazione molto dinamica per l'arrivo di una nuova perturbazione. Sabato inizio di giornata con schiarite ampie al Centro-Sud. Rapido aumento della nuvolosità al Nord e Toscana con nevicate fino a bassa quota sulle Alpi occidentali. In giornata nuvole in tutto il Centro-Nord e Sardegna con residue schiarite al Sud. Nel corso del giorno ancora qualche nevicata sulle Alpi occidentali, con precipitazioni sparse su Lombardia e regioni di Nord-Est, nevose fino a bassa quota (localmente anche in pianura) sulle Alpi occidentali e sulla Pianura padana centro-orientale. Precipitazioni diffuse su Toscana, Lazio e Umbria, con nevicate a quote basse nelle zone interne di Toscana e Umbria. Qualche pioggia isolata su centro-ovest della Sardegna, settore adriatico centrale e in serata peggiora in Campania. Temporanee schiarite su regioni di Nord-Ovest e venti occidentali in decisa intensificazione sui mari di ponente.

Le temperature saranno in sensibile calo sia nei valori minimi che massimi. Gelate al mattino con valori sottozero in molte zone del Centro-Nord: previsti -7 a Bolzano, -4 a Bergamo, Torino, Novara, -3 a Milano, Udine e Campobasso, -1 a Perugia e 1 grado a Roma. Previsti al pomeriggio solo 2 gradi a Verona e Bergamo, 3 a Milano Venezia e Bologna, 4 ad Ancona, 8 a Roma e Brindisi. Domenica giornata molto ventosa in tutte le regioni con tendenza a schiarite sulle regioni settentrionali, eccetto l'Emilia Romagna, dove potrà nevicare anche in pianura (specie in Emilia). Pioverà anche nel resto delle penisola e sulle isole ma rapidamente nel pomeriggio migliorerà sulle regioni centrali tirreniche (Lazio e Toscana). Quota neve nel pomeriggio in rapido calo sulle Marche per l'ingresso di freddi venti di bora. Temporaneo aumento termico al Sud. Nel corso della prossima settimana e per la fine dell'anno arriveranno venti freddi di origine artica continentale provenienti dalla Russia: saranno giornate molto fredde e ventose con le precipitazioni concentrate al Sud e, sul settore del medio adriatico, saranno possibili nevicate a quote basse.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata