Meteo, le previsioni per i prossimi giorni

Roma, 24 dic. (LaPresse) - Le previsioni per i prossimi giorni in Italia dell'Aeronautica militare: venerdì 26 dicembre al Nord annuvolamenti diffusi sui versanti settentrionali delle Alpi, sul basso Veneto, sul Friuli Venezia Giulia e sull'Emilia Romagna. Piogge sparse sulla Pianura padana orientale al primo mattino e neve sull'Appennino a partire dagli 800 metri di quota, ma con quota della neve in diminuzione fino a 500 metri per fine giornata, pur nel contesto di una generale tendenza ad attenuazione e cessazione dei fenomeni. Cielo che si manterrà sereno sulla Pianura padana occidentale e sulla Liguria per gran parte della giornata. Centro e Sardegna: nuvolosità dapprima irregolare poi via via più diffusa sulla Sardegna, con qualche rovescio già nella mattinata sul settore occidentale dell'isola e precipitazioni più diffuse in arrivo nel pomeriggio e nella serata sui settori settentrionali e orientali. Cielo molto nuvoloso o coperto sul centro peninsulare, con piogge sparse al mattino su Toscana, Lazio e Marche settentrionali, in estensione a tutto il Centro per metà giornata, pur con tendenza ad aperture sulla Toscana già nelle prime ore del pomeriggio. Neve sull'Appennino a quote via via più basse, inizialmente sui 1000 metri, ma in discesa fino a quote collinari sui rilievi di Umbria, Marche e Abruzzo tra il tardo pomeriggio e la serata. Infine, salvo persistenza di occasionali annuvolamenti e precipitazioni proprio tra Marche e Abruzzo, deciso miglioramento su tutte le regioni centrali per fine giornata.

Sud e Sicilia: nubi sparse anche diffuse su gran parte del meridione, con qualche schiarita più ampia sulla Sicilia nella prima parte della giornata. Già dalla tarda mattina nuvolosità che si farà più compatta e consistente portando qualche locale pioggia sulla Campania e sul Molise. Nel pomeriggio peggioramento più deciso, con cielo molto nuvoloso o coperto e piogge da sparse a diffuse. Neve in arrivo anche sull'Appennino meridionale, con quota della neve in discesa fino al livello di collina per la fine della giornata. Temperature: una giornata di intenso e deciso raffreddamento su tutto il Paese, fatta eccezione per la Pianura padana, dove i venti di foehn manterranno le temperature su valori più elevati sino al pomeriggio, e sulla Sicilia, dove l'aria fredda arriverà solo nella notte.

Sabato 27 dicembre residue piogge e neve a quote collinari sul meridione, ma in rapido miglioramento. Stabile al Centro-Nord ma con nuove nubi in arrivo al Nord-Ovest da metà giornata e peggioramento più deciso per il pomeriggio, con precipitazioni inizialmente deboli ma sparse e neve a quote di collina o prossime alla pianura tra Piemonte e Lombardia per la tarda sera. Temperature stazionarie o in lieve nuovo aumento al Centro-Sud e senza variazioni di rilievo al Nord.

Domenica 28 dicembre maltempo al Centro-Nord, con neve a quote prossime alla pianura al Nord e decisamente abbondante sulle alpi di Nord-Est, quota della neve più alta in appennino, peggioramento in arrivo anche al Sud per fine giornata. Temperature in aumento al Centro-Sud.

Lunedì 29 e martedì 30 dicembre: ancora maltempo per lunedì, sebbene con quota della neve che al Nord tornerà ad alzarsi. Per martedì migliora al Nord e sulle regioni tirreniche, mentre al Sud e lungo l'Adriatico persisteranno le nubi e le precipitazioni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata