Meteo, la 'primavera di gennaio' si interrompe alla fine di domenica

Roma, 10 gen. (LaPresse) - La parentesi primaverile manifestatasi nel weekend verrà interrotta già alla fine di domenica a causa di fredde correnti settentrionali che favoriranno un deciso ridimensionamento delle temperature. Nei giorni successivi, tra martedì e giovedì, pur senza occupare direttamente la nostra Penisola, l'alta pressione proteggerà l'Italia dal passaggio di nuove perturbazioni e ci regalerà giornate dal tempo tutto sommato buono e mite, soprattutto al Centrosud, con temperature in generale al di sopra della norma (anche se non si toccheranno le punte elevate del fine settimana). Venerdì è previsto l'ingresso di un fronte atlantico che potrebbe portare precipitazioni al Nord e sulla Toscana. Sono le previsioni del Centro Epson Meteo.

Domenica cielo sereno o poco nuvoloso sulle regioni del medio e basso Adriatico, su quelle ioniche e sulle Isole; altrove irregolarmente nuvoloso con isolate piogge su Alpi, alta Toscana, basso Lazio e Campania. Nel pomeriggio isolate piogge e nevicate sopra i 1000-1500 metri, sull'estremo Nordest, rasserenerà al Nordovest con l'ingresso dei venti di Foehn. In serata aumenteranno le nubi su Marche, Abruzzo e Molise e in nottata su tutto il Sud con piogge possibili. Nevicate sull' Appennino abruzzese e campano oltre i 1000 metri. Temperature in sensibile calo sulle Alpi anche di una decina di gradi; miti altrove, in calo solo a fine giornata. Previsti ad esempio 10 gradi per Bologna, Treviso, Verona, 11 gradi per Aosta, 17 gradi per Milano, Ancona, Firenze, Lamezia, Sassari, 18 gradi per Cuneo, Torino, Roma, Trapani, 19 gradi per Genova, Brindisi, Catanzaro, Taranto, Palermo, Cagliari, 20 gradi per Bari, Crotone, Reggio Calabria, Messina, Olbia e 22 gradi per Catania. Venti moderati o forti da ovest sui bacini occidentali.

Lunedì nelle prime ore della mattinata ultime deboli e isolate precipitazioni su Calabria e nord della Sicilia con tendenza a rapido miglioramento. Altrove bel tempo con cielo sereno o poco nuvoloso. Venti forti settentrionali al Sud e in Sicilia con raffiche fino a 70-80 km/h in decisa attenuazione nel resto del Paese. Temperature minime e massime in generale sensibile diminuzione. Il calo delle temperature sarà comunque di breve durata. Già martedì l'Anticiclone delle Azzorre tornerà ad espandersi verso il nostro Paese e i valori saranno di nuovo sopra le medie in molte regioni, a iniziare da quelle più occidentali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata