Meteo, bel tempo a capodanno: clima torna a peggiorare dal 2

Roma, 28 dic. (LaPresse) - La situazione si capovolge. Dopo la parentesi primaverile di Natale al Centrosud, l'inverno fa irruzione anche su queste regioni: nelle prossime ore avremo infatti tempo instabile sul medio Adriatico e al Sud con qualche pioggia e, in serata, un po' di neve in Appennino. Le temperature al Centrosud si riporteranno nei valori tipici invernali entro domani, quando i freddi venti di Tramontana accentueranno lo sbalzo termico. Al Nord, invece, assisteremo a schiarite sempre più ampie con un deciso rialzo delle temperature, soprattutto al Nordovest. E' il quadro fornito dal centro meteo Epson.

Da sabato, poi, fino alla notte di S. Silvestro la situazione sarà tutto sommato tranquilla grazie alla rimonta dell'anticiclone di Capodanno, che riporterà bel tempo quasi dappertutto. Tra la giornata di martedì primo gennaio e quella di mercoledì 2 avremo quindi un nuovo probabile peggioramento del tempo.

Intanto prosegue l'allerta valanghe: oggi rischio da marcato a moderato sulle Alpi. Si consiglia di prestare la massima attenzione laddove vengano praticate attività di alpinismo o sci fuori pista sulle zone alpine. I forti venti settentrionali che soffieranno nelle prossime ore in montagna contribuiranno a creare accumuli potenzialmente pericolosi. Oggi avremo un rischio da marcato (tipo 3) a moderato (tipo 2) su quasi tutto l'arco alpino.

PREVISIONE PER OGGI. Questa mattina ancora nebbie e nubi basse nella pianura Padana centro-orientale, qualche pioggia su Campania e Calabria tirrenica. Nel pomeriggio piogge in Molise e in gran parte del Sud e nelle Sicilia tirrenica, ad eccezione della Campania. Ampi rasserenamenti al Nord e in Toscana, Umbria e Lazio; ultime deboli nevicate in Alto Adige. In serata deboli piogge anche in Abruzzo con qualche fiocco di neve sull'Appennino dall'Abruzzo alla Calabria oltre i 900-1300 metri di quota, a causa del rinforzo dei freddi venti settentrionali che determineranno anche un calo termico. Temperature in rialzo, invece, al Nord e Toscana, ma in maniera più marcata al Nordovest grazie ai venti di Foehn che porteranno le massime oltre i 10 gradi, fino a locali punte di 15-16 gradi.

PREVISIONE PER DOMANI. Domani residua nuvolosità al Sud, con qualche fiocco di neve solo in mattinata sulla Sila intorno ai 1000 metri. Cielo sereno o poco nuvoloso al Nord, sulle regioni centrali, in Sardegna e Campania. Qualche nebbia in mattinata su Veneto ed Emilia Romagna: dalla tarda serata tenderanno a formarsi nebbie localmente anche fitte in tutta la Val Padana e su tutto l'alto Adriatico. Forti venti di Tramontana al Centrosud riporteranno un clima invernale in queste regioni. Temperature massime in generale calo. Rischio di locali gelate mattutine al Nord.

LE TEMPERATURE MASSIME DI OGGI. Oggi assisteremo a un rialzo delle temperature al Nord e in Toscana, con aumento più marcato al Nordovest. Massime in calo invece al Sud, dove la diminuzione si farà più marcata però domani, riportando così le temperature su valori tipicamente invernali. Ecco le temperature previste per le ore centrali di oggi in alcune città italiane: Torino 13 gradi; Milano 14 gradi; Brescia 11 gradi; Verona 12 gradi; Bologna 12; Firenze 15; L'Aquila 9; Roma 15 gradi; Ancona 10 gradi; Napoli 16 gradi; Bari 13 gradi; Catanzaro 12 gradi; Palermo 16 gradi; Catania 18 gradi; Cagliari 16 gradi.

FORTI VENTI SFERZERANNO L'ITALIA NELLE PROSSIME ORE. Quella di oggi sarà una giornata molto ventosa. In particolare soffierà forte Maestrale al Sud e sulle Isole maggiori: raffiche fino a 60-70 km/h. I mari saranno di conseguenza molto mossi o agitati. Ventoso anche al Nord: si segnalano forti venti di Foehn al Nordovest. Domani avremo invece forti venti di Tramontana sul medio Adriatico e al Sud, con mari ancora molto mossi o agitati.

DRASTICO CALO DELLE TEMPERATURE AL CENTROSUD. Tra oggi e domani assisteremo a un drastico calo termico al Centrosud. Ecco la differenza tra le temperature massime registrate mercoledì 26 dicembre e quelle previste per domani, sabato 29 dicembre, in alcune città centromeridionali. Come possiamo vedere, in alcune località si registrerà uno sbalzo addirittura di 10 gradi. Roma: da 18 gradi a 12 gradi; L'Aquila: da 14 gradi a 6 gradi; Campobasso: da 11 gradi a 4 gradi; Potenza: da 16 gradi a 6 gradi; Napoli: da 19 gradi a 14 gradi; Bari: da 20 gradi a 11 gradi; Lamezia: da 20 gradi a 14 gradi; Palermo: da 19 gradi a 15 gradi; Cagliari: da 18 gradi a 16 gradi.

EFFETTO WIND CHILL SUL MEDIO ADRIATICO E AL SUD. Si chiude la parentesi primaverile al Sud. Oltre a portare un deciso calo termico, i venti settentrionali (Maestrale e Tramontana) che investiranno fino a domani il medio Adriatico e il Sud accentueranno la sensazione di freddo. Si tratta dell'effetto WIND CHILL, che renderà ancora più brusco il passaggio dal clima primaverile di Natale a un clima decisamente più invernale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata