Messina, incidente al porto: tre operai morti, un ferito grave
Si occupavano della manutenzione della cisterna

Grave incidente sul lavoro nel porto di Messina. Tre marinai sono morti mentre lavoravano sulla nave traghetto Sansovino di Caronte&Tourist, attraccata al molo San Ranieri. Un operaio è ricoverato in rianimazione ed è grave, gli altri sono in condizioni stabili. Erano in nove  a bordo. Secondo quanto riferito dalla capitaneria di porto a LaPresse durante alcuni lavori di manutenzione alla cisterna del traghetto gli operai a bordo, tutti italiani, avrebbero accusato un malore a causa dell'inalazione di gas tossici. Sul luogo dell'incidente sono accorsi uomini della capitaneria di porto e dei vigili del fuoco.

"Un dolore insopportabile, una ferita nel cuore dell'Italia che lavora". Cosi' il presidente del Consiglio Matteo Renzi, esprimendo il cordoglio suo personale e del governo alle famiglie degli operai morti oggi.

I SINDACATI. "Ci stringiamo ai familiari dei lavoratori morti e dei feriti". Così in una nota dichiarano le segreterie nazionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl e UilTrasporti in merito all'incidente. "Attendiamo di conoscere da parte della magistratura l'esatta dinamica - spiegano le tre sigle sindacali - E chiediamo, per fare luce al più presto, un'inchiesta immediata da parte degli enti di controllo del Ministero dei Trasporti ma intanto rileviamo che altre vite umane si aggiungono alla tragica e fitta schiera delle morti bianche, indegna di un paese civile". "Questo tragico evento a pochi giorni da un altro nel porto di Salerno - denunciano concludendo - i tre sindacati nazionali - mette sotto gli occhi di tutti l'urgenza di un immediato intervento legislativo di adeguamento delle norme che disciplinano la sicurezza nei porti e sulle navi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata