Maxi operazione antimafia, 32 persone arrestate: c'è anche il capo ultras della Juve

Maxi blitz contro la mafia della Dia in Sicilia. Smantellata un'associazione per delinquere con base operativa ad Agrigento e ramificazioni nel palermitano e in Calabria, dedita all’organizzazione sia degli aspetti operativi che di quelli logistici di un’intensa attività di traffico di sostanze stupefacenti, attraverso uno strutturato gruppo criminale armato. Trentadue le persone arrestate: tra queste c'è anche Andrea Puntorno, capo del tifo organizzato della Juventus, gruppo ultras 'Bravi ragazzi'. Nell'autunno 2018 aveva rilasciato un'intervista al programma televisivo Report ammettendo l'attività di bagarinaggio e in passato era stato membro di un'organizzazione criminale con base a Torino, destinatario di misure cautelari per reati connessi al commercio illegale di sostanze stupefacenti. Ora è considerato il referente di una delle principali piazze di smercio della droga nella città di Agrigento. L'operazione è stata denominata Kerkent. Le accuse vanno dall'associazione mafiosa alla partecipazione e concorso in associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso, detenzione abusiva di armi, sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato e danneggiamento mediante incendio.