Maxi operazione anticamorra: arrestato boss Mario Riccio

Roma, 4 feb. (LaPresse) - Ventinove persone arrestate, di cui 21 sottoposte alla misura cautelare della custodia in carcere e otto agli arresti domiciliari. E' questo il bilancio di un'operazione degli agenti della Direzione investigativa antimafia di Roma e della squadra mobile della questura della capitale, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli. I 29 arrestati, spiega una nota della Procura di Napoli, sono "gravemente indiziati" di associazione di stampo camorristico, di truffa e di estorsione aggravata dal fine di agevolare l'organizzazione camorristica che fa capo alla famiglia degli Zazo. Sequestrati beni per un valore complessivo stimato in circa 400 milioni di euro.

Tra gli arrestati, nell'ambito della stessa operazione, c'è anche Mario Riccio, detto Mariano, considerato dagli investigatori il capo del clan 'Amato-Pagano' e parente di Cesare Pagano, storico capo di Scampia. Latitante dal 2011, Riccio è stato bloccato dagli uomini della Squadra mobile di Napoli e del servizio centrale operativo della polizia. Riccio era inserito nell'elenco dei cento latitanti più pericolosi del ministero dell'Interno ed è ritenuto uno dei protagonisti della nuova faida di Scampia che vede contrapposti il gruppo della Vanella Grassi con un altro cartello della zona per il controllo delle piazze di spaccio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata