Maltempo, recuperato ottavo cadavere in mare nell'Imperiese
Maltempo, recuperato ottavo cadavere in mare nell'Imperiese

Toti: "Corpi forse arrivano da cimitero devastato"

Un ottavo corpo è stato recuperato in mare nell'Imperiese dopo l'ondata di maltempo che nel weekend ha colpito l'area tra Piemonte, Liguria e Costa azzurra. Si tratta anche in questo caso di un uomo, il cui cadavere è stato trovato incastrato tra gli scogli a Sanremo. Il recupero, spiega la guardia costiera a LaPresse, è stato reso difficoltoso dal mare mosso. Altri 5 corpi erano stati trovati a Sanremo, due a Ventimiglia e uno a Santo Stefano al mare.

Intanto il governatore della Liguria Giovanni Toti lancia un'ipotesi: "I corpi trovati non sono piemontesi o liguri, potrebbero essere anche provenienti da un campo santo devastato dal maltempo, nemmeno dalla Francia abbiamo ancora conferme in merito", ha spiegato il presidente a Rai Radio1 . "Lo stato di calamità serve per risarcire i comuni in emergenza - ha aggiunto Toti - Se Comuni e Regioni hanno i cassetti vuoti di progetti è perché oggi non si può progettare senza avere l’intera copertura di opera. Se la smettessimo di chiacchierare e portassimo qualche norma di reale semplificazione sarebbe meglio, certo alcune ci sono con dei limiti di spesa molto bassi però ma bisogna andare oltre. È comunque sempre un inizio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata