Maltempo, permane allerta rossa in Piemonte: esonda il Tanaro
Nel Torinese evacuate alcune case e lo stabilimento Magneti Marelli

Confermata l'allerta rossa in Piemonte per il maltempo nelle zone alpine e prealpine occidentali dalle Valli Orco, di Lanzo, Susa, Chisone, Pellice, Sangone fino alla Valle Po in provincia di Torino, allerta estesa anche alla Valle Tanaro fino alla pianura in provincia di Cuneo. Nelle restanti zone alpine e prealpine dalla Val Sesia alle Valli Belbo e Bormida e nelle pianure settentrionali e centrali dal novarese al torinese permane invece l'allerta arancione, gialla nelle Valli Toce e Scrivia. La situazione, fa sapere l'Arpa, Agenzia per la protezione ambientale, è particolarmente critica nel Piemonte sud-occidentale, in alta Valle Tanaro, dove le intense precipitazioni hanno determinato un notevole incremento dei livelli idrometrici del fiume Tanaro e dei suoi affluenti che hanno superato le soglie di pericolo e sono esondati in molti punti a Garessio e a Ceva. La viabilità in Valle Tanaro è interrotta a tratti in via cautelare e a tratti per frane e allagamenti. Le scuole sono chiuse e tutti i volontari della provincia di Cuneo, con rinforzi dalla altre province piemontesi, sono mobilitati per fronteggiare l'emergenza. A causa della violenta ondata di maltempo, a Venaria - nel torinese - è invece stato evacuato lo stabilimento della Magneti Marelli. Secondo quanto riferisce la Città Metropolitana, sono state evacuate anche altre strutture produttive e alcune abitazioni.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata