Maltempo, in arrivo una nuova perturbazione. A Portofino torrente sfonda pavimentazione della piazzetta

Nubifragi al Nord per tutto il fine settimana, situazione critica soprattutto in Liguria 

In arrivo una nuova perturbazione sull'Italia, già martoriata nei giorni scorsi dal maltempo. I nubifragi si abbatteranno fino al fine settimana soprattutto sul Nord-Ovest, ma è previsto un aumento dell'instabilità anche sulle Isole maggiori. Nelle prossime 48 ore, spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo, le piogge saranno particolarmente insistenti in Liguria, con rischio di notevoli accumuli. Già critica la situazione a Portofino (Ge), come spiega il sindaco Matteo Viacava: "Durante la notte i temporali hanno gonfiato i torrenti tanto da alzare il livello del Rio Fondaco fino a sfondare la pavimentazione della piazzetta". Un grosso buco si è formato in piazza Martiri dell'Olivetta e in via Roma. L'area sulla calata è stata transennata mentre nel vicolo - che da piazza della Libertà conduce fino al cuore di Portofino - i militari sono alle prese con i lavori di sistemazione. Problemi anche all'interno del palazzo comunale, dove nell'ingresso gli impiegati comunali si sono adoperati per asciugare con fogli di giornale e carta il pavimento allagato.

Altre situazioni problematiche potranno crearsi in Sicilia e sulla bassa Calabria con rischio di forti temporali nella giornata di sabato. Le correnti meridionali che accompagnano la perturbazione continueranno a mantenere le temperature relativamente miti, con valori al di sopra delle medie stagionali.

Domenica il Nord sarà anche interessato dalla coda di una perturbazione in transito sull'Europa centrale. La prossima settimana si conferma il rinforzo dell'alta pressione africana, dapprima sul Mediterraneo, poi anche sull'Europa centrale in una classica configurazione persistente a 'omega' che determinerà condizioni di tempo prevalentemente stabile per diversi giorni, accompagnato da un ulteriore aumento delle temperature e un conseguente rialzo dello zero termico che tornerà, come nei mesi estivi, fino a quote intorno ai 3500-4000 metri.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata