Maltempo, Coldiretti: Livello Po è salito di 4 metri in 24 ore

Roma, 6 nov. (LaPresse) - Per effetto delle intense precipitazioni il livello idrometrico del fiume Po è salito di oltre quattro metri in sole ventiquattro ore. E' quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti nella mattina del 6 novembre al Ponte della Becca, dal quale si evidenzia come il rapido aumento del livello del principale fiume italiano sia significativo delle difficoltà in tutti i corsi d'acqua con piene, esondazioni e frane in molte aree della Penisola. Centinaia di animali nelle stalle allagate sono stati portati in salvo lontano dai corsi d'acqua, ma si contano già - sottolinea la Coldiretti - terreni allagati, aziende e attrezzature travolte dal fango e serre distrutte.

"Siamo di fronte - sottolinea la Coldiretti - ai drammatici effetti dei cambiamenti climatici che si sono manifestati quest'anno con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense e il repentino passaggio dal sereno al maltempo con vere e proprie bombe d'acqua che il terreno non riesce ad assorbire. Nell'82 per cento dei comuni italiani sono presenti aree a rischio idrogeologico per frane e/o alluvioni e oggi ben 5 milioni di cittadini vivono in zone di pericolo".

"A questa situazione - denuncia la Coldiretti - non è certamente estraneo il fatto che un modello di sviluppo sbagliato ha tagliato del 15 per cento le campagne e fatto perdere negli ultimi venti anni 2,15 milioni di ettari di terra coltivata. Ogni giorno viene sottratta terra agricola per un equivalente di circa 400 campi da calcio (288 ettari) che vengono abbandonati o occupati dal cemento".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata