Maltempo, allagamenti e frane a Massa Carrara: decine di evacuati

Massa Carrara, 11 nov. (LaPresse) - E' la Toscana, attualmente, la regione più colpita dall'ondata di maltempo che sta attraversando il nord Italia. Nella provincia di Massa Carrara, durante la notte si sono verificati allagamenti, smottamenti e frane a causa delle intense piogge. Molti canali e torrenti sono straripati e decine di abitanti di diversi comuni sono stati evacuati dalla loro case. Chiuse molte strade statali e comunali. In località Serricciola, frazione di Aulla, uno dei comuni più colpiti dall'alluvione dello scorso anno, è crollato un ponte a causa della piena del torrente Aulella. Frane e smottamenti si sono verificati anche nella zona di Lavacchio.

CONIUGI INTRAPPOLATI IN AUTO. Una coppia di coniugi nella notte è rimasta intrappolata nell'auto travolta da un torrente in piena a Romagnano, in provincia di Massa Carrara. I due sono usciti dall'auto prima che l'acqua li trascinasse via. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno trovato l'uomo sugli argini del fiume e, poco distante, anche la moglie. Feriti, i due sono stati portati all'ospedale.

STRADE CHIUSE. Sulla strada statale 63 del Valico del Cerreto è provvisoriamente chiuso da questa mattina il tratto in provincia di Massa Carrara, compreso tra il chilometro 0,5 e il chilometro 1, a causa di un allagamento (transitano solo i mezzi di soccorso). L'Anas rende noto che è chiuso anche il tratto compreso tra i chilometro 2,900 (svincolo Pallerone) e 8,8, a causa del crollo di un ponte al in località Serricciola. Chiusi, poi, il tratto compreso tra chilometro 8,800 e il chilometro 11,6 per allagamento ed quello compreso tra il chilometro 35,7 e il chilometro 56,5 (valico del Cerreto/confine tosco-emiliano) sempre per allagamento. Il traffico, inoltre è rallentato tra il chilometro 16,5 e il chilometro 35, a causa degli allagamenti del piano viabile e di una frana al chilometro 23.

MASSIMA ALLERTA NELLO SPEZZINO. Resta massima l'allerta per il maltempo nel Tigullio e nello Spezzino, in Liguria. La protezione civile regionale ha prorogato alle 15 di questo pomeriggio l'allerta 2, che cesserà, invece, alle 12 nel resto della regione. La decisione è stata presa in seguito all'aggiornamento delle previsioni meteo-idrologiche del centro meteo Arpal e in base ai dati sulle recenti precipitazioni e sui relativi effetti al suolo. Sono un centinaio le persone già sfollate nello Spezzino: circa 60 le persone costrette a lasciare le loro case a Borghetto Vara, una trentina ad Ameglia, 4 a Sesta Godano e 6 nel comune di Beverino. Il tratto della statale Aurelia, compreso tra i comuni di Andora e Laigueglia, in provincia di Savona, è stato chiuso a causa della caduta di massi sulla strada. A provocare la frana le forti piogge delle ultime ore. L'Anas fa sapere che il traffico è deviato sulla A10 in entrambe le direzioni.

A PORDENONE 103 MILLIMETRI PIOGGIA IN POCHE ORE. Il maltempo ha colpito tutte le regioni del nord Italia, comrpeso alto Veneto e Friuli Venezia Giulia. Notevoli gli accumuli di pioggia registrati in queste primissime ore del giorno in alcune località e diffusi dal Centro Epson Meteo: 51,6 mm a La Spezia, 59,7 mm a Viareggio, 89 mm a Pisa, 73,6 mm a Vicenza, 82 mm a Cittadella, 91,2 mm a Castelfranco Veneto (nel trevigiano), 91,4 mm a Pieve di Soligo (sempre nel trevigiano), 94,8 mm a Seren del Grappa (nel bellunese), addirittura 103,4 a Fontanafredda (in provincia di Pordenone).

LUCCHESE, FIUME SERCHIO IN PIENA. Il fiume Serchio è in piena. Dalla Sala operativa unificata della protezione civile regionale arriva un avviso di criticità elevata in merito. "A causa della piena del fiume Serchio - si legge nell'avviso della Soup - che interesserà il tratto da Borgo a Mozzano alla foce, nelle prossime 6-8 ore si valuta un livello di criticità elevata nelle zone interessate dall'evento".
Dalle ore 12 di oggi fino alla mezzanotte di lunedì 12 è previsto un elevato rischio idrogeologico-idraulico nelle zone del basso Serchio, del foce Arno, di Cecina, di Cornia, di Ombrone Grosseto, del Casentino, di Chiana, di Valdarno superiore, di Tevere, di Orcia, di Bruna, di Albegna, e di Fiora. Il rischio sarà moderato nelle zone di Magra, Versilia, Sieve, Valdarno medio, Ombrone Bisenzio, Valdarno inferiore, Reno Santerno, Elsa, Era, Greve Pesa.

CROLLA PONTE AD AULLA, ATTENZIONE IN VERSILIA. Il maltempo della scorsa notte ha provocato anche il crollo di un ponte: sul torrente Aulella, a Serricciolo, nel comune di Aulla. La strada è stata chiusa. Altri danni provocati dal maltempo in Toscana: allagamenti nel pisano, che hanno provocato interruzioni di energia elettrica in molte zone. In Versilia si tengono sotto osservazione il lago di Massaciuccoli, canali e torrenti vicini al livello di guardia. Sulla montagna pistoiese, la pioggia ha provocato frane e smottamenti nei comuni di San Marcello, Cutigliano e Abetone, e l'allagamento di alcune strade.


© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata