Maltempo, a Fiumicino oltre 200 uomini impegnati in emergenza

Roma, 3 feb. (LaPresse) - Continua l'emergenza maltempo, specialmente a Roma, in Toscana e in Veneto. Le operazioni di intervento e messa in sicurezza idraulica del territorio da parte del Consorzio di Bonifica Tevere e Agro Romano, a seguito dell'eccezionale ondata di maltempo che si è abbattuta nell'area del Comune di Fiumicino, in particolare nell'area di Isola Sacra, sono iniziate alle ore 22 di giovedì 30 gennaio 2014 e sono rimaste operative ininterrottamente fino a oggi. L'impiego da parte dei mezzi e uomini è stato garantito su turni operativi di 24 ore su 24. Gli impianti hanno funzionato a pieno regime, in particolare l'impianto di Isola Sacra, con una portata di 2.970 litri al secondo, ha smaltito, fino alle ore 18 di oggi, ben 940.896 mc. Inoltre è stata garantita un'assistenza continua alle unità organizzative della Protezione civile, dei Vigili del Fuoco e dell'Esercito italiano, che hanno provveduto a incrementare la portata di smaltimento delle acque dell'impianto, con elettropompe alimentate in modo autonomo, per una portata pari ad alcune centinaia di litri al secondo. Il Consorzio di Bonifica ha installato ulteriori due elettropompe e una motopompa di emergenza che hanno incrementato i sollevamenti in atto per ulteriori 500 litri al secondo.

Sono una cinquantina circa i militari dell'Esercito che da ieri sera stanno operando ad Isola Sacra in soccorso della popolazione colpita dal maltempo. I genieri dell'Esercito stanno utilizzando 7 motopompe idrovore, mezzi di movimento a terra, camion per il trasporto dei materiali di risulta ed attrezzature specialistiche per interventi in caso di pubbliche calamità. Inoltre, gli stessi stanno distribuendo circa seimila sacchetti di sabbia per il contenimento delle acque presso il centro Catalani a Fiumicino.

"Ringrazio - ha dichiarato il Sindaco di Fiumicino Esterino Montino - le oltre 200 persone impegnate in queste ore difficili, tra Forze dell'ordine, Polizia locale, Vigili del Fuoco, Esercito, Capitaneria di Porto, Protezione civile Comunale e Regionale, volontari, squadre dell'Assessorato ai Lavori pubblici, tecnici e membri dell'Amministrazione comunale. Tutti si stanno adoperando con impegno e dedizione per far fronte all'emergenza.

Ho chiesto al Prefetto di Roma Pecoraro, che mi ha dato la disponibilità, affinché si possa prolungare la permanenza di mezzi e uomini dell'Esercito da impegnare nei prossimi giorni, fino alla chiusura dello stato di emergenza, nelle operazioni di soccorso della popolazione di Isola Sacra, colpita dall'evento calamitoso degli ultimi due giorni. In ogni caso, nelle prossime ore le idrovore continueranno a pompare le acque ininterrottamente, come hanno fatto fino ad ora". Sono state oltre 150 le persone assistite dai servizi sociali per svariati motivi, di cui 110 quelle ospitate presso le strutture alberghiere del territorio. In serata sono stati distribuiti circa 200 cestini, 100 pasti caldi da parte della Vivenda e 50 pasti caldi dalla Capitaneria di Porto. Domani tutte le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Fiumicino riapriranno regolarmente, a eccezione della scuola elementare e materna di Testa di Lepre a causa di un guasto all'impianto di riscaldamento. Il trasporto scolastico seguirà i consueti percorsi, a eccezione delle strade chiuse al traffico per motivi di sicurezza.

VENETO - Domani in Veneto 130 soccorritori continueranno nello sgombero dei tetti degli edifici pubblici, indicati dalle amministrazioni comunali che ancora si trovano in difficoltà, nonché nell'affrontare eventuali emergenze che dovessero insorgere durante la giornata. Le zone di intervento sono tuttora i territori dell'Agordino, Comelico, Sappada, Cortina, Cibiana di Cadore e Zoldo Alto. Anche domani ai soccorritori delle Dolomiti Bellunesi si affiancheranno le decine di colleghi arrivati dalle altre due Delegazioni del Veneto e dai servizi regionali di Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata