Malpensa, sequestrate 48 auto di lusso: violazioni per 200mila euro
Denunciate 19 persone per contrabbando

La guardia di finanza ha sequestrato 48 autovetture di lusso e ha accertato violazioni per oltre 200mila euro a Malpensa (Varese). I controlli hanno riguardato autovetture di grossa cilindrata e con targhe appartenenti a paesi extra Ue, come quelle relative alla Confederazione Elvetica e all'area dell'Est Europa (Russia, Ucraina, Romania solo per citare alcuni Paesi). In molti casi, sono state riscontrate anche violazioni alla disciplina del Codice della Strada in quanto alcuni autoveicoli transitavano in area aeroportuale ad alta velocità.

Per quanto concerne gli automezzi con targa extra Ue, ma condotti da cittadini residenti in Italia, risultavano in circolazione senza autorizzazione doganale, evadendo così dazi doganali e imposta sul valore aggiunto per un importo accertato pari a oltre 200mila euro a fronte di un valore complessivo delle autovetture poste sotto sequestro pari a circa 800mila euro. L'attività di servizio si è conclusa con la denuncia all'autorità giudiziaria di 19 soggetti per il reato di contrabbando.

Altre 29 persone sono state segnalate all'Agenzia delle Dogane in quanto ritenute responsabili dell'illecito amministrativo di contrabbando che prevede una sanzione da 2 a 10 volte i diritti doganali (Iva e dazi) gravanti sul valore del mezzo di trasporto sottoposto a sequestro e che comunque non può essere inferiore a 5mila né superiore a 50mila euro. I controlli hanno permesso di accertare che molte delle persone trovate alla guida dei veicoli sequestrati sono risultate anche sconosciute al fisco italiano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata