Mafia, sì da procure a revoca 41 bis per Provenzano

Palermo, 26 lug. (LaPresse) - Le procure di Palermo, Firenze e Caltanissetta hanno dato parere favorevole alla revoca del regime del 41 bis per il boss di mafia Bernardo Provenzano. Il parere ora sarà inviato al ministero della Giustizia, competente in materia di decisioni sull'applicazione del regime del carcere duro. Il parere era stato richiesto a febbraio dall'avvocato di Provenzano, Rosalba Di Gregorio.

"Avevo chiesto il parere alle tre procure competenti in merito alla revoca del 41 bis per Bernardo Provenzano- Rosalba Di Gregorio, legale del boss Provenzano, perché ritengo vengano meno le ragioni della pericolosità sociale per cui la legge prevede il carcere duro. Date le sue gravi condizioni psichiche, neurologiche e fisiche, infatti, non credo che Provenzano possa essere considerato socialmente pericoloso. Condizioni di salute dell'imputato, ormai gravemente compromesse, sulla cui base ho deciso di sollecitare il parere delle procure a febbraio dopo che era stato dichiarato dal gip di Palermo Morosini che Provenzano fosse incapace di stare in giudizio al processo sulla presunta trattativa Stato mafia e dopo avere visionato le perizie a tal proposito". "E' un fatto importante - aggiunge il legale- anche se è un primo passo. Dovranno infatti esprimersi il ministero e altri organi competenti sulla applicazione del 41 bis".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata