Mafia, Saviano: Possono sempre farcela? Questo è il mio grido di dolore

Roma, 11 nov. (LaPresse) - "Ho la sensazione personale di aver vissuto un clima all'italiana: un po' qui, un po' lì. E il dispiacere è che stiamo parlando di due boss che hanno avvelenato la terra. Personalmente, siccome non è di moda commentare le sentenze, mi sembra una cosa incredibile che il Paese non si renda conto che, facendo così, hanno vinto loro. Parlo a titolo personale perchè il clima durante il processo era infernale. A un certo punto loro volevano processarmi, volevano creare una parità fra me e loro. Si è cercato di delegittimarmi con il supporto della peggiore stampa che da anni sta a fianco di queste forze. Il grido di dolore che mi viene da fare, al di là del risultato a metà della sentenza, è: ma possono davvero sempre farcela?". Così Roberto Saviano a 'Ballarò' su RaiTre dopo la sentenza della terza sezione del Tribunale di Napoli per le minacce che gli sono state rivolte dai boss casalesi durante il processo Spartacus.I giudici della terza sezione del tribunale di Napoli hanno condannato l'avvocato Michele Santonastaso ed ha assolto il boss dei Casalesi Francesco Bidognetti e l'avvocato Carmine D'Aniello al termine del processo per le minacce allo scrittore Roberto Saviano e alla giornalista Rosaria Capacchione, senatrice Pd. Assolto anche il boss dei Casalesi Antonio Iovine, che qualche mese fa ha deciso di collaborare con la giustizia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata