Mafia, pronto un nuovo identikit di Matteo Messina Denaro

Roma, 26 mar. (LaPresse) - Il Gico della guardia di finanza, coordinato dalla procura di Palermo, ha elaborato un nuovo profilo del superlatitante Matteo Messina Denaro. La sua nuova immagine si basa sulle indicazioni fornite da un collaboratore di giustizia. L'identikit, come confermano fonti della guardia di finanza, è nelle mani degli inquirenti palermitani che ne valuteranno la diffusione.

Detto 'Diabolik' o 'u siccu', Matteo Massina Denaro, 52 anni, è ricercato dal 1993 ed è nell'elenco del Viminale dei latitanti più pericolosi e nella classifica di Forbes sui maggiori dieci fuggitivi al mondo. Dopo gli arresti di Totò Riina e Bernardo Provenzano, è diventato la nuova primula rossa di Cosa nostra. Nato a Castelvetrano (Trapani), fin da bambino è stato introdotto nell'ambiente mafioso dal padre, Francesco Messina Denaro, detto 'Don Ciccio', capo della cosca di Castelvetrano e del relativo mandamento. Il padre fu trovato morto il 30 novembre del 1998, ben vestito, nella piazza di Castelvetrano, come se fosse pronto per il suo funerale. A 'Diabolik' sono state attribuite decine di omicidi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata