Mafia, erano asservite ai clan: maxi sequestro per 3 aziende foggiane
Le società erano riconducibili ai fratelli Curcelli e annoveravano tra i propri clienti anche la Barilla

Maxi sequestro di beni, per un valore di circa 30 milioni di euro, e amministrazione giudiziaria per sei mesi per tre società foggiane che operavano nel settore della logistica e delle pulizie. Si tratta di La Cereal Sud srl, La nuova Capitanata società cooperativa e Fratelli Curcelli srl, tutte riconducibili ai fratelli lucerini Franco e Biagio Curcelli e che annoveravano tra i propri clienti anche la Barilla.

A eseguire il decreto i finanzieri del servizio centrale investigazione criminalità organizzata e del nucleo di polizia tributaria di Bari, insieme alla squadra mobile di Foggia. Il provvedimento è stato disposto dal tribunale di Foggia, su proposta della Direzione distrettuale antimafia di Bari. Le indagini eseguite dai finanzieri hanno evidenziato che i fratelli Curcelli erano soggiogati dai clan Sinesi-Francavilla e Moretti-Pellegrino, a cui versano periodicamente tangenti e assicuravano l'assunzione di personale su loro indicazione. Un'attività completamente asservita agli interessi delle cosche.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata