Mafia, due carabinieri in manette. Favoreggiamento nell'inchiesta su Messina Denaro
Mafia, due carabinieri in manette. Favoreggiamento nell'inchiesta su Messina Denaro

Sono un colonnello e un appuntato dell'Arma della zona del Nisseno. Avrebbero passato informazioni riservate a un uomo dell'entourage del capo mafia latitante

Nuovi arresti nell'ambito dell'indagine su Matteo Messina Denaro. Questa mattina sono finiti in manette due carabinieri accusati di avere passato notizie riservate ad un mafioso dell'entourage del latitante. Secondo Repubblica si tratta del tenente colonnello Marco Zappalà, un ufficiale dei carabinieri in servizio alla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta, e di Giuseppe Barcellona, un appuntato dell'Arma che lavora alla Compagnia di Castelvetrano. In manette anche l'ex sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino.

Le accuse contestate sono rivelazione di notizie riservate, favoreggiamento e accesso abusivo a un sistema informatico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata