Mafia, Dia di Catania sequestra beni per 1,5 milioni di euro

Catania, 17 mag. (LaPresse) - La Dia di Catania ha eseguito, nel territorio di Fiumefreddo di Sicilia e Giarre, in provincia di Catania, il sequestro di numerosi beni riconducibili ai fratelli Alfio e Salvatore Tancona e ai rispettivi figli entrambi di nome Carmelo, ritenuti elementi di rilievo del clan mafioso Cintorino. Si tratta di beni mobili e immobili, quote societarie ed attività commerciali per un valore complessivo di circa 1 milione e mezzo di euro. Le proposte di sequestro erano state inoltrate dalla procura Distrettuale della Repubblica di Catania, su indagini ed accertamenti patrimoniali svolti dalla Dia nell'ambito dell'operazione 'Nuova Ionia', che ha portato nel gennaio 2013 all'arresto di 22 soggetti, appartenenti o vicini al clan Cintorino di Calatabiano (Ct).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata