Mafia, 17 omicidi nel Messinese: tredici arresti
Tra gli indagati anche il boss Gullotti, mandante dell'omicidio del giornalista Beppe Alfano avvenuto nel 1993

Blitz antimafia a Messina. Dalle prime ore di questa mattina, i carabinieri del Ros e del comando provinciale stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della locale procura distrettuale antimafia, nei confronti di 13 indagati per omicidio aggravato dalle finalità mafiose. Le indagini, avviate nel 2010, hanno interessato la famiglia mafiosa di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) ed hanno consentito di accertare mandanti ed esecutori materiali di 17 omicidi perpetrati tra il 1993 e il 2012 nel messinese.

L'attività investigativa, che si è avvalsa anche del contributo fornito da alcuni collaboratori di giustizia, ha consentito di individuare il movente dei numerosi delitti, riconducibile alla necessità del sodalizio mafioso di mantenere il controllo del territorio.

Tra i destinatari del provvedimento di cattura, c'è anche il boss della cosca di Barcellona Pozzo di Gotto Giuseppe Gullotti, condannato con l'accusa di essere stato il mandante dell'omicidio nel 1993 del giornalista Beppe Alfano, corrispondente de 'La Sicilia'. L'ordine di custodia cautelare gli è stato notificato in carcere.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata