Lucca, arrestato un uomo responsabile di usura e tentata estorsione

Lucca, 2 ago. (LaPresse) - La polizia di Lucca e i carabinieri di Viareggio hanno arrestato una persona responsabile di usura e tentata estorsione, aggravate dal metodo mafioso. L'operazione condotta della squadra mobile della questura e del nucleo operativo della compagnia dei carabinieri hanno ricostruito come l'arrestato fosse a capo di un omonimo clan di pregiudicati partenopei insediatosi in Versilia, legati alla camorra napoletana e dediti ad usura ed estorsioni. Dalle indagini è emerso che il responsabile aveva prestato soldi a tassi di interesse, superiori al 100% la soglia limite periodicamente aggiornata dall'ufficio italiano cambi, superata la quale si commette il reato di usura. Durante le perquisizioni sono stati sequestrati oro, gioielli, assegni, soldi falsi e altra documentazione all'esame degli investigatori.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata