Lombardi: Io talpa sulle polizze in favore di Raggi? Falso, querelo chi lo dice
La deputata pentastellata nega di aver parlato ai pm delle polizze sottoscritte da Romeo

Nella ricostruzione delle lotte intestine nel Movimento 5 Stelle dopo il caos in Campidoglio per l'iscrizione della sindaca Virginia Raggi nel registro degli indagati, spesso e volentieri salta fuori il nome della plenipotenziaria romana Roberta Lombardi, che rompe il silenzio e smentisce il ruolo che le viene attribuito. "Non c'è limite alle bufale che ci rifila un certo tipo di stampa - scrive su Facebook -. Smentisco pubblicamente e categoricamente quanto riportato oggi in alcune fantasiose ricostruzioni giornalistiche secondo cui sarei stata io 'a parlare per prima dell'esistenza delle polizze' fatte da Salvatore Romeo, di cui una indicava come beneficiaria la sindaca di Roma Raggi". "E' stato anche riportato - scrive Lombardi - che le stesse polizze sarebbero state oggetto del mio interrogatorio e ci sarebbe stata una fantomatica telefonata in cui Beppe Grillo mi accusa di aver fatto arrivare la vicenda ai giornali. Tutto falso. Una nuova fake news. Ho già dato mandato al mio avvocato, Ervin Rupnik, per querelare gli autori di queste falsità che infangano il mio nome e il mio operato a servizio del M5S. Il resto sarà la magistratura a chiarirlo".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata