Litigano per i cani: 30enne colpito alla testa e ferito gravemente

Roma, 28 giu. (LaPresse) - Il suo cane aveva abbaiato contro quello di un suo amico. Deciso a far valere le sue ragioni si è presentato dall'uomo, proprietario del pitbull, e lo ha affrontato. E' stato questo, il futile motivo che ha provocato la lite avvenuta in piazza De André, alla Magliana, Roma.

Durante il litigio un uomo, di professione pugile, ha colpito duramente l'altro, 30enne romano, che tuttora si trova in prognosi riservata. Dopo avere colpito il 30enne alla testa fino a fargli perdere i sensi, l'aggressore si è allontanato facendo perdere le proprie tracce e non prestando soccorso. Sono stati alcuni testimoni a chiamare i soccorsi sanitari. Tuttora in prognosi riservata, il giovane è stato sottoposto ad intervento chirurgico al fine di ridurre gli effetti della colluttazione e versa in gravi condizioni. L'aggressore, un 22enne romano, è stato rintracciato ed arrestato per tentato omicidio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata